Per chi ama i crostacei, l’astice è uno dei più ambiti (sono in molti a preferirlo alla più celebrata aragosta) e, fra tutti, l’astice alla griglia è forse il tipo di cottura che, se fatto a regola d’arte, gli rende più onore, valorizzandolo al meglio! Oggi vi sveleremo tre trucchi per preparare un astice che non avrà nulla da invidiare a quello dei migliori ristoranti!

1) L’astice va sempre aperto in due prima di grigliarlo!

Una volta che avrete acquistato il vostro astice (ovviamente fresco, perché quello surgelato rischia di diventare gommoso e poi è decisamente meno saporito) sciacquatelo bene sotto l’acqua corrente e poi:

  • Togliete la testa e le chele (queste ultime non buttatele, ovviamente).
  • Con una forbice tagliate la parte superiore del carapace, ma non quella ventrale più morbida, che servirà a mantenere unite le due metà.
  • Aprite il vostro astice, ed il gioco è fatto!

L’astice alla griglia va prima aperto non per un fatto meramente estetico, ma perché in questo modo riuscirete a cuocerlo al meglio!

Attenzione! Non dimenticatevi delle chele che avete messo da parte, e ricordatevi, prima di grigliarle, di romperle, in modo che i vapori possano fuoriuscire durante la cottura. Se non avete l’attrezzo specifico, vi basterà un semplicissimo schiaccianoci!

astice-curiosita-ted

2) Un buon astice alla griglia va assolutamente “spennellato”!

L’astice, fatto alla griglia, è davvero ottimo, anche perché questo tipo di cottura non stravolge affatto il sapore di questo crostaceo che è già ottimo di suo (i veri intenditori lo mangiano solo così o bollito): l’unico rischio è però quello che si secchi troppo, rischiando di perdere sapore e divenire un pò stopposo.

Fortunatamente a questo problema si può facilmente ovviare preparando una gustosa e semplicissima salsa da spennellarci sopra durante la grigliatura. Vi basterà emulsionare in una ciotola:

  • Olio extra vergine di oliva
  • Limone
  • Pepe

E poi spennellarla di tanto in tanto sulla polpa del crostaceo.

Vedete che in questo modo il vostro astice alla griglia non si seccherà affatto, anzi, risulterà succoso e molto saporito, senza che però la salsa ne vada a coprire il gusto originale!

3) L’astice non va mai cotto troppo!

Ricordatevi sempre una cosa: a differenza di quanto possiate pensare, l’astice più si cuoce e più rischia di diventare duro e gommoso! E questo vale non solo per quello alla griglia, ma anche per tutti gli altri tipi di cottura.

A maggior ragione questa regola vale quando si vuol preparare un buon astice alla griglia, in quanto  bruciato non piacerebbe davvero a nessuno.

Cercate di fare in questo modo:

  • All’inzio posizionate l’astice con la polpa verso l’alto (in modo che possiate spennellarla di tanto in tanto).
  • Non esponetelo alla fiamma viva, ma mettetelo nella parte della griglia dove il calore è medio e non diretto.
  • Cuocetelo circa 5-6 minuti per lato, non di più.

Vi sveliamo un altro trucchetto: questo crostaceo quando è cotto assume un bel colore tra il rosso e l’arancione, quindi, quando il colore del carapace comincia a cambiare, fate attenzione!

Infine ricondatevi la cosa più importante: nel dubbio, è sempre meglio togliere dal fuoco l’astice un po’ prima piuttosto che cuocerlo troppo e renderlo immangiabile!

A questo punto quindi non ci resta che augurarvi buon lavoro e buon appetito!

Ted: astice alla griglia e non solo!

Astice alla griglia Ted

Noi di Ted abbiamo una vera passione per l’astice, che ci arriva tutti i giorni freschissimo dal Canada, e che prepariamo davvero in tutti i modi, dai più semplici ai più sfiziosi!

Per gli amanti del classico proponiamo:

  • Astice bollito o alla griglia
  • Zuppa di astice

Chi ama le insalate “ricche” potrà provare invece provare la nostra Caesar Salad con Astice, insalata iceberg, bacon, acciughe, uovo, pane tostato e parmigiano.

Chi invece ama i panini dal sapore d’oltreoceano potrà gustare:

  • Il Lobster Roll: l’ormai famosissimo panino all’astice, con rucola e salsa Ted.
  • Il Rock Roll: un panino morbido con rucola, astice, peperoni e salsa Ted spicy.
  • Il South Beach: panino con astice, insalata iceberg, avocado, pomodorini e salsa Ted.

Tutti serviti con insalata di stagione e le immancabili patatine fritte!

Se guardando il nostro menu vi è venuta l’acquolina in bocca, passate a trovarci: siamo in via Terenzio, a Roma Prati, e siamo aperti tutti i giorni, da mezzogiorno alle 2 di notte!

Pin It on Pinterest