Pulire l’astice terrorizza molte persone: il grande carapace e la paura di non riuscire a “scovare” tutte la carne rende la pulizia del crostaceo un’impresa per molti… ma non deve essere per forza così!

Partiamo da un presupposto: circa il 60% del peso dell’astice sono scarti. Il resto è carne di altissima qualità e sarebbe un vero peccato sprecarla. E allora scopriamo insieme come pulire l’astice in 8 step!

  1. Primo passo: staccare la coda dal corpo! E’ una procedura che si può fare direttamente con le mani, sarà sufficiente tenere ferma la testa e torcere il corpo… e il gioco è fatto!
  2. Passiamo al torso: torcete le chele e staccatele dal corpo, poi fate lo stesso con il tronco e staccatelo dalla testa.
  3. Partendo dalla cosa, rimuovete le piccole squame increspate sotto la pancia.
  4. Con una forchetta, bucate la carne che fuoriesce dalla coda e, con un movimento di torsione, tirate fuori la carne della coda in un pezzo unico.
  5. Torcete le chele e separateli dalle gambe, tenendo queste ultime da parte.
  6. Utilizzando una pinza per astici, rompete le chele e rimuovete la carne da ciascuna.
  7. Rompete le zampe e tirate fuori la carne.

E se volete scoprire direttamente come mangiarlo, ecco una pratica infografica che fa al caso vostro!

pulire-astice-tel-roma

© asubtlerevelry.com

 

Pin It on Pinterest